pappagalli

Pappagallo : come garantirgli longevità

I Pappagalli, soprattutto se di taglia grande, vivono molto (70-90 anni) ma hanno bisogno di una serie di accortezze che gli permettano una vita sana e longeva.

Il Pappagallo grigio Africano è la terza specie più longeva al mondo ma, come ogni altro animale, ha bisogno di un’habitat adeguato e di un’alimentazione sana ed equilibrata.

L’habitat del pappagallopappagallo

La gabbia non deve assolutamente essere fatta di zinco (causa intossocazioni mortali), ma di acciaio inossidabile, ferro verniciato a polvere o rivestito in plastica (meno indicate perché il pappagallo tende ad asportare il rivestimento.

Per facilitarne la pulizia il fondo deve essere estraibile, ricoperto da carta da forno o di giornale.

I posatoi devono essere fatti di legno, non devono essere uniformi (migliorano la ginnastica del piede) e devono essere sfalsati, così da non venire sporcati dalle feci dell’animale.

L’uccelliera deve infine essere posizionata in una stanza in cui è possibile stare in compagnia (soprattutto i pappagalli di grandi dimensioni amano stare in mezzo alle persone) ma, allo stesso tempo, deve garantirgli le 10-12 ore di sonno necessarie.

Il cibo

Una dieta sana ed equilibrata consente al pappagallo di avere longevità, di guarire da solo e prevenire disturbi della salute.

Gli alimenti proposti dovrebbero essere gli stessi di quelli trovati da lui in natura (foglie, corteccia, frutta, noci, semi, cereali e germogli).

I pappagalli dovrebbero mangiare 5-6 volte la settimana diversi tipo di frutta e di verdura.

La frutta indicata è:

  • Papaya,
  • Mela,
  • Fichi d’india,
  • Pompelmo,
  • Uva,
  • Ciliegia,
  • Kiwi,
  • Mango,
  • Arancia,
  • Ananas,
  • Melone,
  • Melograno,
  • Frutti di bosco,
  • Pera,
  • Prugna,
  • Pesca,
  • Banana.

La verdura:

  • Piselli dolci,
  • Cavoli rapa,
  • Finocchio,
  • Tofu,
  • Piselli,
  • Melanzana,
  • Broccoli,
  • Cavolfiore,
  • Peperoncino,
  • Peperoni rossi e verdi,
  • Fagiolini,
  • Zucche e zucchine al vapore,
  • Patate rosse cotte,
  • Basilico,
  • Prezzemolo,
  • Cavolo nero,
  • Bietola,
  • Radicchio,
  • Indivia,
  • Carota,
  • Rapa,
  • Ravanello,
  • Barbabietola rossa.

I Legumi:

  • Fagioli,
  • Ceci.

I Semi (solamente entro le 24 ore dalla loro germogliazione):

  • Aneto,
  • Trifoglio,
  • Miglio,
  • Senape,
  • Ravanello,
  • Girasole,
  • Sesamo,
  • Cavolo nero,
  • Erba medica,
  • Broccoli.

I Cereali:

  • Quinoa,
  • Grano saraceno,
  • Grano,
  • mais,
  • segale,
  • crusca d’avena.

I cibi da evitare assolutamente sono:

  • cioccolato, inizialmente crea danni all’apparato digerente, poi al sistema nervoso;
  • avocado, causa anoressia, letargia e difficoltà respiratorie;
  • cipolle ed aglio, causa ulcere, anemie e problemi all’apparato digerente;
  • funghi, causa problemi digestivi;
  • bevande gassate;
  • cibi fritti e grassi.

Il risultato di queste semplici indicazione sarà un vero e proprio compagno di vita che crescerà ed invecchierà con voi.

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*